Marigliano, Mariglianella, Agrimonda: dalla piccola Seveso il grido di dolore.

Anita Capasso

MARIGLIANO - Emergenza continua nel sito Agrimonda. Dalla   piccola Seveso di provincia dove le acque di falda e i terreni sono risultati contaminati, a seguito delle infiltrazioni  delle ceneri combuste di fitofarmaci e chimici per l'agricoltura, arriva il grido di protesta. Tuona il dolore per l' escalation di tumori. Dopo estenuanti lotte parte lo screening. C'e' anche il micidiale Ddt a contaminare.

  A far scattare l'allarme e' l'acqua meteorica che si e'depositata sul telone che copre l'area. Il caldo la fa evaporare immettendo le esalazioni nell'aria: gli enti pubblici non hanno i fondi per disporre l'allontanamento dei residenti  dal luogo che per ben 24 anni ha ospitato le tonnellate di ceneri tossiche. I cittadini  continuano a lottare con tutte le proprie forze per il diritto alla salute. Sono provati da decenni di battaglie, ma continuano a mantenere alta la guardia. Lo devono ai bambini che nel frattempo sono nati, ignari del mostro che ha contaminato l'ambiente circostante.

A giudicare dagli ultimi dati Arpac la situazione e' piu' che preoccupante. Ciro Tufano, a capo del Comitato civico va avanti imperterrito. Era ventenne quando la rivendita di fitofarmaci si incendio' e ha convissuto con le montagne della combustione per tutti questi decenni. Adesso e' padre di due bambini.

"Basta palleggi, basta, non siamo cavie":urla. "Eliminare l’acqua stagnante dalla copertura di ( messa in sicurezza di emergenza) - afferma Tufano-   è un’attività da non sottovalutare, in modo particolare in queste giornate di grande caldo! L’accumulo di acqua piovana sulla superficie del telone rappresenta un rischio non solo per la copertura, che può rovinarsi sotto al peso dell’acqua, ma specialmente per la SALUTE, dal momento che una pozza di acqua stagnante  non è igienica e crea un ulteriore problema ai residenti della zona" .

Ci si chiede chi si dovrà occupare della gestione del sito in questa fase di vacatio.Chi è  il responsabile? Il giorno 30 luglio è pervenuta una nuova ordinanza dal Sindaco di Mariglianella  in cui si da seguito alle precauzioni disposte dall’Asl per le abitazioni nel raggio di 50 mt dal sito inquinato.

Ci va giu' duro Tufano.
"Sì ha  la conferma che la mano destra non conosce quello che fa la mano sinistra... Ormai è una corsa continua di burocrati a pararsi il  posteriore , a prescindere dalle esigenze vere della gente.!!".
Fate presto con la bonifica. Le ceneri sono state rimosse a caro prezzo  e in 24 anni hanno fatto danni devastanti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250