Marigliano, Agrimonda: via libera allo screening.

Anita Capasso

Si occuperà del procedimento il medico Mario Fusco, responsabile del registro tumori. --- FOTO ---

MARIGLIANO - Nasce un gruppo di lavoro per il monitoraggio degli effetti sulla salute della bomba  ecologica Agrimonda.  Si punta a garantire la tutela della salute pubblica, osservando i criteri di massima trasparenza . Per garantire ciò si istituirà una commissione con due  esponenti della società civile.

E' questo quanto è emerso dall' incontro tenuto presso l'aula consiliare, su sollecitazione dei primi cittadini Antonio Carpino di Marigliano e Felice Di Maiolo di Mariglianella. Per l'ASL Na3 Sud è intervenuto il responsabile del registro tumori, Mario Fusco. L'impegno è di effettuare uno screening su un campione significativo della popolazione.

In questa fase saranno coinvolti solo i cittadini di Marigliano e Mariglianella più vicini al luogo del disastro ecologico. I cumuli di ceneri combuste di fitofarmaci e chimici per l'agricoltura del deposito,  tra cui c''era anche il DDT, nonostante ne fosse proibita la vendita, sono stati rimossi, ma i veleni  sono penetrati nel suolo.  Bisogna accelerare per la bonifica.  Intanto si avvierà lo  screening sanitario coinvolgendo 85 persone  nel raggio di 150  metri.

Nel gruppo di lavoro  saranno  coinvolti oltre ai rappresentanti dei cittadini,  medici  e funzionari Arpac e  dei Comuni. Per i rappresentanti dei cittadini sono stati indicati Marco Palladino per Marigliano e   Beatrice Papà per i cittadini di Mariglianella.
Non appena sarà deliberato  lo screening dall' ASL si procederà  alla stesura del modulo per raccogliere la singola disponibilità dei cittadini. A settembre si sarà operativi.

E' rimbalzata agli occhi la scarsa  partecipazione della città: un poco per il caldo, ma soprattutto per la sfiducia e la lungaggine di una situazione che si trascina da 24 anni. Era luglio del 1995 quando il deposito di fitofarmaci Agrimonda andò in fumo spargendo veleni che hanno compromesso l' ambiente. Bruciarono montagne di prodotti chimici, classificati tra la prima e la seconda classe tossicologica.

Venerdì mattina, intanto,  Uno Mattina Estate sarà sul sito Agrimonda a via Pasubio ed  accenderà i riflettori nazionali sul caso. Tema: l’inquinamento più particolare d’Italia, anzi d’Europa,  per i veleni di fitofarmaci.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>


Galleria



Articoli correlati



Altro da questo autore



Angelo Bruscino
test 300x250
In Evidenza
test 300x250