Saviano, la pista podistica e il degrado: rifiuti ed erbacce ovunque

Antonio Franzese

Un biglietto da visita sconcertante. Se questa è la situazione, dove fare sport all'aperto?

SAVIANO. Era stata inaugurata nel 2013 con l’obiettivo di offrire alla comunità savianese e non solo uno spazio completamente immerso nel verde. Oggi, a distanza di appena cinque anni, l’area è invasa da erbacce e rifiuti. Un biglietto da visita sconcertante.

Stiamo parlando della pista podistica “Città di Saviano”. Il percorso ad anello di 2 chilometri che gira intorno all’alveo di Santa Teresa, nel tratto compreso tra Via Tappia Furignano e Via Generale Alfieri. Una situazione che perdura da anni, senza che venga mai operata una manutenzione decente. A questo poi si aggiunge l’abbandono indiscriminato di rifiuti che avviene in maniera costante sul tratto.

 La vegetazione, che ha raggiunto ormai altezze notevoli, occupa da tempo il percorso, che dovrebbe invece essere destinate ai pedoni. Una vergogna che si registra in una delle zone maggiormente frequentate nel periodo estivo.

Al lati della pista si accumulano rifiuti di ogni tipo. Qualcuno ha avuto la geniale idea di depositarvi dei resti di servizi igienici. Qualcun altro vi ha abbandonato del materiale edile di risulta. E fra i ciuffi di erba incolta spuntano  le immancabili bottigliette di plastica. Ma dove sono le telecamere? E allora, se questa è la situazione, dove fare sport all’aria aperta?

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Antonio Franzese >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



MM_Mariano
test 300x250
In Evidenza
test 300x250