Maestroict Stabia 3 - Club Volley GPD Saviano 1

Mauro Romano

Non credo sia il caso di appellarci all'infortunio ad Ada Tatarella o alla cronica assenza di Elena Irollo. Chi è andata in campo sapeva e doveva fare meglio!” , afferma il coach savianese Lello Curcio.

 Bella partita tra Stabiae e Saviano. Fin quando è durata!!! E cioè fino al 12 pari del 3° set, quando, dopodiché, si è vista una sola squadra in campo: la Maestroict! E l’altra? Il Saviano? Non più pervenuta!

Ed è complicato spiegarsi il perché. Ci prova il coach savianese Lello Curcio, incredulo per quanto verificatosi in campo da circa metà gara in poi. “Avevo raccomandato impegno, umiltà, determinazione … una prova di carattere, insomma. I presupposti che dovevano motivarci c’erano tutti, come quello di disputare le ultime fasi del torneo col massimo impegno, a suggello di un campionato più che dignitoso; l’aver di fronte una buona squadra; la difesa del quinto posto in classifica; la congettura di dare sempre il massimo in ogni gara e contro qualsiasi avversario, e così via.  Ed inizialmente, per buona parte la cosa si era pure verificata.

"Sull’uno pari eravamo noi ad avere qualcosa da recriminare per non aver saputo chiudere a nostro vantaggio anche il primo set" continuo mister Curcio.

"Nel secondo parziale abbiamo messo sotto in modo deciso le nostre pur valide avversarie conducendo sempre in vantaggio dall’inizio alla fine. Ed anche l’apertura della terza frazione di gioco andava a nostro favore per aver chiuso il primo intervallo tecnico 8 a 4 per noi. Poi, inspiegabilmente tutto è franato e, a dire il vero, stento a trovarne le cause.  Inutile nascondere che sono amareggiato, deluso, non solo dal non gioco della mia squadra, ma anche e soprattutto dal negativo risvolto caratteriale in esso implicito. Inqualificabile, ingiustificabile, inaccettabile! E non credo sia il caso di appellarci nemmeno all'infortunio occorso ad Ada Tatarella o alla cronica assenza di Elena Irollo. Chi è andata in campo sapeva e doveva fare meglio!”

Un regresso inaspettato che, crediamo,  indurrà l’area tecnica e la società a trarre le giuste valutazioni soprattutto in prospettiva della prossima stagione, quando si tratterà di rinforzare adeguatamente la squadra con elementi di categoria, per non incorrere, appunto, in figuracce del genere. E ad una giornata dal termine del campionato, non è certo prematuro cominciare a pensare al futuro.

La Maestrodict Stabiae con l’affermazione odierna non solo vendica la sconfitta dell’andata subita con uguale punteggio, ma soffia la quinta posizione in classifica proprio alle “gufette” del presidente Gennaro Morelli, superandole nella graduatoria generale di due lunghezze. Solo una vittoria nell’ultima di campionato sul Club Volley Battipaglia, domenica prossima, ed un’eventuale sconfitta delle stabiesi sul difficile campo dell’ALP Aversa, potrebbe ridare l’aleatorio - ma significativo per una matricola - 5° posto alle portacolori della “Città del Carnevale”.

Per la cronaca il primo set ha fatto registrare una serie continua di mini/break vicendevolmente a favore dell’una e dell’altra squadra. Ma la zampata vincente l’hanno messa le padrone di casa sospinte da una Valentina Salzano in grande spolvero. L’azione corale delle ospiti comincia già dall’inizio della seconda frazione di gioco.

Sfonda principalmente al ‘centro’ il sestetto savianese. Anna Di Nardo e Andrea Nucete sembrano avere una marcia in più con  Antignano/Angelino a dare una sostanziosa mano dopo essere rimaste pressoché a bocca asciutta (1 punto in 2!!!) nel set iniziale. Tutto gira alla perfezione anche nel reparto arretrato dove il libero Mara Napolitano viene sostenuta con più attenzione. E’ 1 pari! Ed è anche 4/8 alla prima interruzione tecnica con tanto merito.

Il resto è storia nota.  L’inconcepibile arrendevolezza di Annalisa Angelino e compagne esalta le doti delle giovanissime avversarie che rimpinguano il bottino personale e di squadra in modo inarrestabile. Daniela Iozzino principalmente, top-scorer dell’incontro con 21 punti, seguita immediatamente da Valentina Salzano a quota 20 e Giusy Esposito a 14, autrice, quest’ultima di  una serie impressionante di Muri/Punto: ben 8!

Che altro dire delle stabiesi se non: “Brave!”. Le “gufette”? Le rimandiamo a prossimo ed ultimo incontro casalingo contro il Club Volley Battipaglia del presidente Salvatore Minutoli. E comunque vada, “Brave!” lo diremo anche a loro per averci fatto vivere tanti bei momenti in quest’arco di campionato  dove il Club Volley Saviano si presentava in punta di piedi e per la prima volta.

E per averci fatto sognare in più di un’occasione, benché il ‘roster’ non figurasse tra i più competitivi del girone “A”  e non sempre si presentasse in campo a ranghi completi. Ed allora? I conti si faranno tra un po’, e, siamo sicuri, saranno seguiti dal segno “+”!

 

MAESTROICT STABIA 3 - GPD SAVIANO 1  (25/23 – 22/25 – 25/18 – 25/14)

SAVIANO: Napolitano (L); Tatarella (1); Petillo (4); Bocchino (11); Di Nardo (9); Rocco (2); Irollo; Angelino (11); Auriemma (8); Antignano (8); Nucete (12); Peluso. Allenatore: Lello Curcio; Dirigente accompagnatrice: Mariangela Notaro. 

STABIA: Di Lorenzo (7); Esposito G. (14); Esposito; Iozzino D. (21); Iovino; Iozzino (6); Pio; Ruocco (4); Salzano (20); Sammarco; Silo; Esposito G (L). Allenatore: Anna De Gaetano; dirigente accompagnatore: Vincenzo Esposito.

Arbitro: Francesco Baldi - federazione di  Salerno

Note: Durata complessiva: 1h ’05;  Spettatori: 30 circa; Muri/punto: 13/12; Battute vincenti: 15/3.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Mauro Romano >>




Articoli correlati



Altro da questo autore